fbpx
Confessioni di un consulente finanziario

 

Addio 2020, grazie di tutto. Ecco quello che volevo dirti.

A distanza di tempo dalla fine del 2020, è arrivato il momento di fare delle piccole confessioni di un consulente finanziario. Mi lascio alle spalle un anno buio e da dimenticare.
Insultare questo 2020 è stata l’opzione più ovvia per ognuno di noi e lo abbiamo fatto anche con una certa frequenza.

Non voglio parlare del disagio e della frustrazione generale che l’”amico” virus ha causato, perché le parole sarebbero insufficienti e soprattutto inadeguate. Eppure, riflettendo su questo anno, mi sono resa conto di quanto mi abbia profondamente cambiata e a quante lezioni di vita ho partecipato.

Il 2020 ha portato via tanto, ma mi ha regalato tanta crescita personale.
Mi viene da pensare allo yin e allo yang: energie opposte, necessarie e che si completano a vicenda, dove l’esistenza di uno dipende dall’esistenza dell’altro.

E allora, ecco le confessioni di un consulente finanziario, una riflessione più attenta mi porta a riconsiderare questi 365 giorni passati: ci sono stati momenti di innegabile tristezza, ma quante belle vittorie ho portato a casa!
Prima fra tutte lo scoprire, in ognuno di voi, la bellezza più intima che ci ha avvicinato ancora di più, e che ci ha consentito di intrecciare rapporti ancora più stretti.

Giorni che mi hanno reinventato, che mi hanno fatto conciliare la mia vena creativa con il mio amore per il lavoro.

Il risultato è stato l’apertura del mio sito e del mio blog annesso.

Ho immensamente chiaro, ora, cosa conta davvero: la famiglia, gli amici e tutte quelle persone che portano energia positiva nella mia vita.
Ho avuto il tempo di lavorare su me stessa ed emergere più forte, più felice e più resiliente.
Il regalo più grande della consapevolezza è di vivere a piene mani di ogni istante: essere presenti a se stessi nel “qui e ora”.

E alla domanda: “come vedi il futuro?”, posso solo rispondere che non smetterò mai di imparare e sperare!