fbpx
kaizen

Kaizen: metodi e strategie per il miglioramento continuo

“Non cercare il miglioramento grande e veloce. Cerca il piccolo miglioramento un giorno alla volta. È l’unico modo per farlo accadere e durare.”
(John Wooden)

“Il mio obiettivo è grande quanto una montagna. Deve accadere solo qualcosa di eccezionale affinché io possa vederlo realizzato”.
Il mio cliente è scoraggiato in partenza e si sente impotente.

La mia riflessione è semplice: il mondo in cui viviamo ci ha indotto la necessità delle cose immediate, i risultati devono vedersi subito.

Chiedo al mio cliente di immaginare la montagna, la vetta è l’obiettivo.
Gli chiedo di scegliere se affrontare la scalata di corsa o se affrontare il percorso con maggiore calma.
Certo, correndo si può arrivare al traguardo più velocemente, ma si arriva senza energie.
Procedere lentamente significa avanzare un passo alla volta, ed arrivare alla cima senza nemmeno essersi accorti di quanto ripida fosse la salita e nel frattempo aver goduto anche del paesaggio.

E’ dalle piccole cose che si arriva a grandi obiettivi!
L’idea chiave del Kaizen, che può essere applicata in ogni ambito della propria esistenza, consiste nell’accogliere nella propria vita cambiamenti così piccoli da non essere minimamente percepiti.
Ogni minimo cambiamento non deve essere uno sforzo, ogni passo in direzione dell’obiettivo deve risultare naturale e necessario.

 

La filosofia Kaizen

Il kaizen indica una strategia di miglioramento continuo e costante, da portare avanti giorno dopo giorno nella propria quotidianità.
Si parte dall’idea che se si migliora un 1% ogni giorno si otterrà una trasformazione, un cambiamento, un progresso a medio lungo termine.
Questo metodo appare efficace perché elimina due grandi ostacoli al cambiamento.
Il primo è la paura di cambiare. Con la proposta di effettuare piccole modifiche, l’angoscia è minore, e si riduce lo stress che potrebbe derivare dal mancato raggiungimento di un obiettivo sfidante.
Il secondo motivo è che viene meno la tendenza a procrastinare, ovvero a rimandare in modo indefinito il cambiamento. Se sentiamo di dover svolgere un compito molto impegnativo, molte volte ne posticipiamo il suo inizio.

 

Il metodo Kaizen

Il metodo Kaizen ci invita a non cadere preda dell’inerzia, a non lasciar passare le giornate senza aver migliorato qualcosa.
Non ci concentriamo sulla meta finale, ma sul processo.
Questo modello ci invita soprattutto a coltivare uno stile di vita in cui vi è un continuo miglioramento, un progresso.
E ciò ci fa sentire vincitori con frequenza. E non si tratta solo della sensazione di soddisfazione della meta raggiunta ogni giorno, ma anche del fatto che è un modo pratico per risolvere grandi problemi.

La filosofia kaizen è alla portata di tutti e può essere applicata in ogni ambito.
Quindi, non farti scoraggiare da obiettivi sfidanti, la bellezza del viaggio non è la meta, ma il percorso!